sale della terra

Rete di economia civile

NEWS

IN CALENDARIO

Aprile 2021

L
M
M
G
V
S
D
29
30
31
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
1
2
Events for 1 Aprile
Nessun evento
Events for 2 Aprile
Nessun evento
Events for 3 Aprile
Nessun evento
Events for 4 Aprile
Nessun evento
Events for 5 Aprile
Nessun evento
Events for 6 Aprile
Nessun evento
Events for 7 Aprile
Nessun evento
Events for 8 Aprile
Nessun evento
Events for 9 Aprile
Nessun evento
Events for 10 Aprile
Nessun evento
Events for 11 Aprile
Nessun evento
Events for 12 Aprile
Nessun evento
Events for 13 Aprile
Nessun evento
Events for 14 Aprile
Nessun evento
Events for 15 Aprile
Events for 16 Aprile
Events for 17 Aprile
Events for 18 Aprile
Nessun evento
Events for 19 Aprile
Nessun evento
Events for 20 Aprile
Nessun evento
Events for 21 Aprile
Nessun evento
Events for 22 Aprile
Nessun evento
Events for 23 Aprile
Nessun evento
Events for 24 Aprile
Nessun evento
Events for 25 Aprile
Nessun evento
Events for 26 Aprile
Nessun evento
Events for 27 Aprile
Nessun evento
Events for 28 Aprile
Nessun evento
Events for 29 Aprile
Nessun evento
Events for 30 Aprile
Nessun evento

LE NOSTRE

RETI

I siti web di approfondimento delle azioni e dei progetti del Sale della Terra

SOCIAL WALL

Il Distretto #socialmask a Geo su Rai Tre. Sale della Terra ha avuto un grande ruolo nella produzione di mascherine durante l'emergenza #covid nel Distretto diffuso di Next Nuova Economia per Tutti. Leonardo Becchetti spiega cosa è e il suo valore.Il distretto diffuso della Social Mask in diretta su Geo💪Alle 17.50 di OGGI il nostro Leonardo Becchetti parlerà dell'importanza del progetto Social Mask e dei suoi sviluppi futuri! 👉Tra meno di un'ora su Rai3#DistrettoDiffuso Gioosto Rete Economia civile "Sale della Terra" ...
View on Facebook
𝗦𝗔𝗟𝗘 𝗗𝗘𝗟𝗟𝗔 𝗧𝗘𝗥𝗥𝗔 𝗦𝗜𝗔𝗠𝗢 𝗡𝗢𝗜 La cameretta nell’ortoArriva all’intervista un po’ sporco di pittura, il tuppo dei capelli rasta raccolti come solo a lui riesce. «Che hai fatto?», e mi scappa un sorriso pieno.«Evelin e Celeste dormono, io ho trovato una sedia vecchia nell’immondizia e nel frattempo l’ho restaurata», lo dice come se avesse appena fatto solo un caffè, così, normale.Francesco De Marco è il Responsabile del "Caffè dell’Orto, Fattoria sociale di Casa Betania", uno dei luoghi storici, quasi sacri, di Sale della Terra.Se per lui dovessi trovare un “aggettivo riassuntivo”, userei “naturale”. Non c’è niente di studiato, di schermato, di costruito, in questo giovane uomo che emana energia allegra allo stato puro. «Ma insomma, questa del restauro è proprio una mania, ma da dove ti nasce?», gli chiedo a rimbalzo.«Bella domanda. Quando andavo all’Università, a casa a Torrecuso mi ero fatto una cameretta piccolissima, ma tutta piena di cose che inserivo: mensole, ripiani, di tutto. Forse è nato tutto lì».Francesco si è laureato in Scienze Politiche dell’Amministrazione alla Federico II di Napoli, tesi di laurea sulla strage di Portella della Ginestra, focus sui rapporti tra Servizi segreti e bandito Giuliano: «Pensa un po' quanto non avevo capito della mia vita! - mi dice - A diciotto anni mi interessava molto la politica, ma penso che mi confondevo tra politica e sociale, perché io mi sentivo molto attratto dall’idea di stare vicino agli ultimi, ai fragili».E’ nato a Monza, dove i suoi genitori si erano trasferiti per lavoro: «Tu devi sapere che da bambino io a Cologno Monzese ero nella comunicazione, facevo le pubblicità alla Mediaset: il grande circo di Rete4, Giorgio Mastrota, Bravo bravissimo, ti ricordi Ciribiribì Kodak?», mi rivela e ridiamo come matti.Quando frequentava la terza elementare, da Cologno Monzese si trasferisce a Torrecuso, i genitori rientrano nel paese di origine, dove Francesco cresce praticamente nella piazza e tra i vicoli.Sono gli anni del G8, del Social forum, Francesco frequenta il Liceo classico Giannone di Benevento ed è quasi “naturale” per lui scegliere Scienze politiche. Dopo la triennale, un Master un Fundraising. Poi, la specialistica. Sono anni in cui Francesco vive intensamente ed esprime la sua carica interiore in una irrequietezza esteriore, tipica di chi è pieno di sensibilità inespressa.Un anno prima di concludere la Laurea specialistica, Francesco entra all’Orto di Casa Betania, del quale nel frattempo suo fratello, Donato, era diventato Responsabile.«Appena ci sono entrato la mia vita è cambiata – dice Francesco - l’Orto mi ha dato tutto. E quella cameretta che ti dicevo prima, per me oggi è l’Orto. Io sto arredando ancora la mia cameretta, la sto arredando un po’ più grande, la sto arredando per renderla un progetto di vita, sto arredando la mia cameretta della vita».Difficile continuare. Ingoio l’emozione e arranco un aggancio per andare avanti.«Cosa ti piace del tuo lavoro?»«Vedi, per me l’Orto è stato, ed è, una tela sulla quale posso dipingere quello che voglio, quello che sento. Ed è una tela che si può allargare all’infinito».Francesco mi racconta del suo incontro con Evelin e della piccola Celeste: un amore e una bimba nati all’Orto. Si conoscono nel 2015: «Io le dissi: “io e te un giorno faremo una figlia insieme”, lei mi rispose “io e te fra una settimana ci lasciamo”. Ho vinto io».Quando Donato lascia l’Orto, Angelo Moretti chiede ad Evelin e Francesco di prenderne le redini. Lui lascia a lei la conduzione: «Non mi sentivo pronto, dovevo completare ancora qualche parte di me. E sapevo che con Evelin avrei avuto più libertà e avrei potuto spaziare, sognare e creare meglio l’Orto».Adesso invece Francesco guida l’Orto di Casa Betania con pienezza, perché accanto alla “gestione” trova respiro il suo amore per quella cameretta della vita che sta costruendo da quando era un ragazzino.Esco dall’intervista ricaricata, ma con un senso di forte responsabilità nel dovere “maneggiare” il racconto di una persona che mi ha messo nelle orecchie e negli occhi tutta la sua vita senza nascondere nulla. Naturale, appunto. E mi sovviene un bene, un bene intenso.𝙜𝙖𝙗𝙧𝙞𝙚𝙡𝙡𝙖 𝙙𝙚𝙗𝙤𝙧𝙖 𝙜𝙞𝙤𝙧𝙜𝙞𝙤𝙣𝙚---GDG, Gianpaolo De Siena, Antonio Servodio, Margherita Abbatiello, Danilo Travaglione, Francesco Boffa, Chiara Bollo, Antonio Liberti: il gruppo dell'Area comunicazione Sale della Terra 😎--- Per leggere tutto ⤵️consorziosaledellaterra.it/la-cameretta-nellorto-saledellaterra-siamo-noi/ ...
View on Facebook
𝗦𝗮𝗹𝗲 𝗱𝗲𝗹𝗹𝗮 𝗧𝗲𝗿𝗿𝗮 𝗶𝗻 𝗜𝘁𝗮𝗹𝗶𝗮👶🏼 Esattamente un anno fa è nata la cooperativa sociale FORE, figlia dell’incontro tra Sale della Terra Salento e Camera a Sud, dando vita al 𝗗𝗶𝘀𝘁𝗿𝗲𝘁𝘁𝗼 𝗜𝗻𝘁𝗲𝗴𝗿𝗮𝘁𝗼 𝗧𝗲𝗿𝗿𝗶𝘁𝗼𝗿𝗶𝗮𝗹𝗲 𝗦𝗮𝗹𝗲 𝗱𝗲𝗹𝗹𝗮 𝗧𝗲𝗿𝗿𝗮 𝗶𝗻 𝗦𝗮𝗹𝗲𝗻𝘁𝗼.Di venerdì 17, in un anno bisestile di pandemia, Fabio, Matteo e Valentina hanno fondato una cooperativa che in un anno ha raggiunto tanti traguardi e qualche successo. 🍇 🍅 Dalla produzione del rosato negramaro Crocevia alla salsa, fatta con i pomodori coltivati nelle nostre terre libere da caporalato. 🍆🥕 Dalla piantumazione dei terreni abbandonati nel Parco Regionale del Rauccio, nell’agro di Lecce, alla raccolta e vendita diretta degli ortaggi di stagione, coltivati grazie alla cura e all’impegno dell'agronomo, Giovanni D'Amato, alla mano esperta di un contadino e al fresco entusiasmo di due giovani ragazzi, Lamarana e Mamadou, desiderosi di imparare. 🥯 🌾 E ancora, dalla raccolta del grano alla produzione di farina senatore cappelli, macinata presso un antico mulino e trasformata in frise da un antico forno.🌐 In questo anno, Fore ha privilegiato il lavoro di rete, valorizzando le risorse locali e creando quelle connessioni professionali e umane che hanno dato vita a piccoli grandi processi di sviluppo territoriale.🏆 Un’intensa attività che si è guadagnata, già nei suoi primi mesi di vita, un riconoscimento e un premio da parte di Coldiretti Puglia con l'oscar green per la sezione "noi per il sociale".𝗦𝗮𝗹𝗲 𝗱𝗲𝗹𝗹𝗮 𝗧𝗲𝗿𝗿𝗮: il nostro vero prodotto è la coesione sociale nei territori, tra le persone. #saledellaterrasalento #saledellaterra #cooperativafore Rete Economia civile "Sale della Terra" #agricolturacoesiva ...
View on Facebook
La rete #educAzioni esprime soddisfazione per l’approvazione da parte della Camera dei Deputati, della mozione, a prima firma Paolo Lattanzio, che prevede la costruzione di un Piano Strategico Nazionale sull’infanzia e l’adolescenza, con un innesto concreto nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Le proposte della mozione, frutto del lavoro dell’Intergruppo Parlamentare ‘Infanzia e Adolescenza’, sono in forte sintonia e coerenza con quelle della rete educAzioni. In particolare il potenziamento del tempo pieno e delle azioni di contrasto della povertà educativa e del fallimento formativo, la riduzione del numero delle/gli alunne/i per classe e la copertura almeno del 33% del fabbisogno dei nidi in modo omogeneo nel Paese, con un’attenzione particolare per i territori e per i contesti più fragili dal punto di vista delle offerta di servizi per l’infanzia e l’adolescenza. Un passo in avanti per riportare i diritti delle bambine e dei bambini di ragazze e ragazzi al centro dell’investimento del Paese per uscire dalla crisi e costruire una normalità più giusta e con meno disuguaglianze.ASviS - Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile Per un Nuovo Welfare SaltaMuri Senza Zaino per una scuola comunità #forumeducation #GruppoCRC #GiustaItalia Forum Disuguaglianze Diversità Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza - CNCA Alleanza per l'Infanzia ...
View on Facebook

Mano nella mano, a piccoli passi, verso la scuola.
#Tiggiano #Lecce #salento #puglia #piccolicomuni #welcome @rete_sai @ConilSud @micheleemiliano @comuni_anci @LeccePrima @alessandrazinit @SaleSalento

@VITAnonprofit @comuniwelcome Bisogna educarli anche alla passione di amministrare questi territori affinché si costruiscano strategie per progetti sostenibili e coerenti agli investimenti nel tempo

Il #DistrettoDiffuso non ha solo fatto riconversione: propone un nuovo modello produttivo, fatto di persone.

@CorriereBN intervista @LucaRaffaele1 sul progetto #socialmask realizzato da Next Social Commerce con Consorzio Sale della Terra
@gioosto @comuniwelcome @Leonardobecchet

2

#cristianesimo Bruni: «La comunione dei beni è il lievito della storia» http://www.vita.it/it/article/2021/04/12/bruni-la-comunione-dei-beni-e-il-lievito-della-storia/158966/ via @VITAnonprofit @bruniluis

Load More...
CONTATTACI