Seleziona una pagina

di Alessio Di Cuonzo su Cronache del Sannio

Quando il Welfare incontra il Welcome, quando la pelle d’Africa incontra la disabilità ed il colore del mare negli occhi, quando il lavoro diventa terapia, non bisogna fermarsi ma continuare. Un mix di culture, disabilità, resilienza, ma soprattutto di opportunità, sono le fondamenta che hanno gettato le ragazze ed i ragazzi dell’Albergo Etico Diffuso di Campolattaro, un progetto della Coop. Soc. Delfini di Terra, una delle quattro cooperative fondatrici del Consorzio “Sale della Terra“, con il sostegno di Fondazione con il Sud.

È l’unico albergo diffuso etico in Campania, in Italia ce ne sono al massimo altri quattro, nel mondo sono davvero pochi. Di giorno è un Centro Sociale Polifunzionale per persone con disabilità, gli stessi che poi lavorano nella parte dell’accoglienza dell’albergo, supportati, da immigrati che hanno fatto il loro percorso all’interno dei progetti di accoglienza SAI – ex SPRAR.

Ogni volta che abbiamo una prenotazione per l’albergo – spiega Stefano Cocca, responsabile della struttura alberghiera gestita dalla Cooperativa di Comunità “Conlaboro”- inviamo agli ospiti alcuni opuscoli per far capire cosa vuol dire soggiornare in un albergo etico. Molti di loro una volta prenotato la stanza non ci fanno nemmeno caso alle e-mail che ricevono e quindi quando arrivano e capiscono dove sono, e quindi apprendono il vero significato di ‘albergo etico’, rimangono felicemente colpiti. C’è un grandissimo potenziale in questa terra, siamo vicini al Matese, quindi Cusano Mutri con le Forre di Lavello e le Gole di Caccaviola, Bocca della Selva, per non parlare poi di Campolattaro con la sua Oasi del WWF sul lago, passando per Morcone, un paese esplosivo che, oltre alla sua bellezza indiscussa, organizza tantissimi eventi e fiere. Inutile citare la città di Benevento che dista solo 20 Km in cui c’è tanto da visitare“.

Tutti gli ospiti della struttura – spiega la responsabile Filomena Palmiero – hanno un P.T.R.I (Percorso Terapeutico Riabilitativo Individuale), sostenuto, in alcuni casi, anche da un BdS (Budget di Salute) e alcuni fanno parte del progetto “Dopo di Noi“.

Soggiornare, dunque, nella struttura di Campolattaro, non significa solo scoprire a passo lento un territorio ancora vergine dal punto di vista del turismo di massa, significa anche supportare un’idea di welfare diverso. Durante tutto l’anno, i dipendenti della struttura, svolgono continui corsi di formazione e aggiornamento per offrire agli ospiti, un’esperienza migliore, soprattutto dal punto di vista gastronomico. La struttura dell’Albergo Etico Diffuso di Campolattaro, inoltre, organizza aperitivi e serate di musica. Un modo semplice, ma mai banale, per il turista di prossimità, e non solo, che si trova a vivere un’esperienza ricca di emozioni, in una delle perle del Sannio, quale il centro storico di Campolattaro.