Seleziona una pagina

Il 25 aprile ricordiamo i valori fondanti della nostra Repubblica, la libertà, l’antifascismo, la lotta di chi ha combattuto per fermare l’invasore nazista.
Nessuno potrà cambiare la storia con interpretazioni distorte e pretestuose, il 25 aprile è la festa di chi crede nella democrazia, contro ogni totalitarismo, e va celebrata ogni anno con la memoria dei partigiani, uomini e donne, civili e militari, che si sono sacrificati per la libertà del nostro paese.
Il nostro pensiero oggi è rivolto anche a chi ancora combatte l’invasore e il nostro auspicio è che ogni paese possa essere libero e in pace, fondato su valori di democrazia e “solidarietà politica, economica e sociale”.

Viva la Libertà
Viva la primavera
che viaggia liberamente
di frontiera in frontiera
senza passaporto,
con un seguito di primule,
mughetti e ciclamini
che attraversando i confini
cambiano nome come
passeggeri clandestini.
Tutti i fiori del mondo son fratelli.

Gianni Rodari