Seleziona una pagina

Articolo estratto dal sito della Croce Rossa Italiana www.cri.it

Per essere sempre più vicini alle persone in condizione di fragilità, con una sanità più facile e più vicina. È l’obiettivo del progetto “Piccole Comunità in Salute” della Croce Rossa Italiana, che parte in questi giorni con l’inaugurazione delle prime “Piccole Case della Salute”.

IL PROGETTO

Il progetto ha l’obiettivo di ridimensionare il fenomeno della migrazione sanitaria in alcune aree interne della Campania e della Puglia, favorendo la costruzione di un welfare inclusivo e di comunità che si basa sulla collaborazione tra soggetti istituzionali e mondo del volontariato. Offrire servizi di prossimità e assistenza socio-sanitaria, domiciliare e a distanza, a persone in condizioni di fragilità nelle province di Benevento e Foggia, assicurando la presa in carico di 160 nuovi pazienti.

Otto complessivamente le “Piccole Case della Salute” che apriranno i battenti tra le Valli del Fortore e i monti della Daunia, grazie al sostegno della Fondazione Con Il Sud.

Il primo nastro tagliato ieri a Roseto Valfortore, nel foggiano. Oggi, invece, hanno aperto le porte le “Comunità” di San Giorgio La Molara e Sassinoro, nel beneventano. Torneranno operativi anche gli ambulatori sociali di Morcone e San Marco dei Cavoti, sempre nella provincia campana.

CONTINUA A LEGGERE SUL SITO DELLA CROCE ROSSA:

Piccole Comunità In Salute: CRI E Fondazione Con Il Sud per una sanità “a km 0”