Seleziona una pagina

Lo scorso sabato il Tavolo Nazionale Antitratta si è riunito presso la sede di Dedalus cooperativa Sociale a Napoli. Il tavolo tecnico, che si compone di tutte le associazioni ed enti pubblici e del privato sociale maggiormente impegnati sul tema del contrasto a ogni forma di sfruttamento di esseri umani, della prevenzione, tutela e assistenza delle vittime, ha visto la partecipazione di molteplici esponenti del sistema anti tratta provenienti da tutta Italia, tra cui Mariaelena Morelli, responsabile del Progetto Fuori Tratta , di cui siamo partner, per la Rete “Sale della Terra”

Al centro del dibattito il Programma Unico Nazionale, l’importanza di mettere in rete i risultati di azioni di ricerca condotti dai singoli enti, la possibilità di riadattare l’approccio psicosociale e le metodologie in uso alle esigenze attuali, oltre alla capacità di costruire e mantenere salde le alleanze con enti esterni alla rete, con il Dipartimento per le Pari Opportunità, il Ministero del Lavoro e il Ministero dell’Interno, così come l’importanza di mantenere una narrazione sull’operato di tutta la rete

Dal 2017, come Rete Sale della Terra collaboriamo con Dedalus e una fitta rete di enti attuatori alla realizzazione dei Programmi di Emersione, Assistenza e Integrazione Sociale a favore delle vittime di tratta e grave sfruttamento, garantendo servizi di accoglienza, svolgendo attività di identificazione e di valutazione di potenziali vittime segnalate dall’ente gestore, dal Numero Verde Anti-Tratta, dai servizi territoriali o dalle Unità Mobile di Strada, con la successiva promozione di percorsi di inclusione socio-lavorativa tramite attività per il rafforzamento delle competenze di base e per l’accompagnamento all’autonomia, coinvolgendo un circuito di aziende e di cooperative che adottano comportamenti etici nei confronti dei lavoratori e rispettano la normativa sul lavoro e in materia di sicurezza