Seleziona una pagina

di Gabriella Debora Giorgione

Tra i capisaldi del “Manifesto per una Rete dei Piccoli Comuni del Welcome” c’è la lotta al gioco d’azzardo. Invitiamo, infatti, tutti i sindaci dei nostri PCW a promuovere l’emanazione di Regolamenti per la limitazione e il contrasto del gioco d’azzardo.

Secondo i dati diffusi da un report di “Avviso pubblico”, sono 111,7 miliardi di euro nel 2021, 136 nel 2022 e una stima di oltre 150 miliardi spesi nel 2023 le cifre che gli italiani giocano ogni anno. Più del 5% del nostro Pil.

Per farci un’idea è come se ogni cittadino maggiorenne, residente in Italia, avesse giocato una cifra di 2.730 euro. Questi sono i dati dai quali bisogna partire quando si parla di gioco d’azzardo nel nostro Paese.

Sono numeri allarmanti, ancora di più se messi in relazione alla loro tendenza, che negli ultimi anni è stata in continuo aumento. Basti pensare che in un solo anno ci siamo giocati 25 miliardi in più rispetto all’anno precedente (ovvero in dodici mesi siamo passati dai 111 miliardi nel 2021 ai 136 miliardi nel 2022).

Che siano i giochi Monopoli di Stato, come Totocalcio, Lotto, Superenalotto o i Gratta e vinci, o che siano tutte quelle piattaforme che permettono di scommettere, anche durante gli eventi sportivi, il gioco d’azzardo nella nostra società rischia ogni giorno di mandare sul lastrico intere famiglie. Una spesa enorme, superiore a quella sanitaria, che nasconde tanti drammi e casi di vera dipendenza.

In questo mare magnum non esiste una legge quadro e gli Enti locali si trovano in balia di situazioni e decisioni che rischiano di essere sempre più spesso impugnate da parte degli esercenti. A questo bisogna anche aggiungere che quotidianamente siamo bersaglio dell’azzardo, attraverso le frequenti trasmissioni televisive che diffondono le “quote” sportive, aggirando il divieto di pubblicità sul gioco d’azzardo e inducendo i giocatori a scommettere per generare forti guadagni.

Il tema dell’azzardo è insomma un tema ampio e complesso. Un podcast, realizzato da Avviso Pubblico e dalla Fondazione Adventum grazie ai fondi dell’otto per mille destinato alla Chiesa Avventista, e distribuito da Altreconomia, ci permette di fare un viaggio all’interno di questo fenomeno. In 15 puntate Antonio Massariolo spiega quanto il gioco d’azzardo sia subdolo e quanto, anche dal punto di vista politico, questa tematica sia stata sempre sottovalutata.

Si tratta di un’inchiesta che ci fa capire come nessuno possa essere realmente immune dal gioco d’azzardo, come abbiamo scoperto anche dai recenti fatti di cronaca che hanno coinvolto giovani e famosi calciatori. Attraverso testimonianze ed approfondimenti il podcast offre una panoramica completa che va dall’analisi sanitaria, sociale ed economica del fenomeno fino al capire se ci sono delle tecniche che permettono di ottenere vincite facili.

Il lavoro analizza poi come le mafie si sono impadronite anche di questo settore, dalla dislocazione dei server all’estero fino alla disconnessione degli apparecchi legali dalla rete dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

Sul sito di Altreconomia: https://altreconomia.it/sequestoeungioco/

Su Spotify: https://open.spotify.com/episode/5hFijN6TihGtIVPJZYiADq

Su Spreaker: https://www.spreaker.com/show/se-questo-e-un-gioco

Su Amazon: https://music.amazon.com/podcasts/527bfba3-d037-4de4- aaaa-417eae85610a

Su Apple: https://podcasts.apple.com/us/podcast/se-questo-è-un-giocoinchiesta-sullazzardo/id1725935179