Con la consegna degli attestati di partecipazione, il corso di cucina “Tra tradizione ed innovazione” compie il suo ultimo passo, lasciandosi alle spalle un percorso colmo di emozioni e momenti unici. Organizzato nell’ambito del progetto “I Piccoli Comuni del Welcome”, con il sostegno di Fondazione con il Sud, il corso si è rivolto ai beneficiari dei progetti di accoglienza dei Piccoli Comuni Welcome di Chianche, Santa Paolina, Roccabascerana, Sassinoro e Benevento-MSNA.

Le lezioni si sono tenute principalmente presso la FAPAS, Ente di Formazione Professionale di Benevento, che già da tempo condivide visioni e progetti con le Reti “Sale della Terra” e “Piccoli Comuni Welcome”, dei quali infatti è partner.
A confermare questa unità d’intenti, che rende possibile la realizzazione di progetti formativi volti alla crescita professionale e all’inclusione sociale, è il Presidente della FAPAS, Angelo Iscaro, che si mostra ampiamente soddisfatto per il percorso compiuto.

«Con il progetto Piccoli Comuni Welcome – ha detto Iscaro – siamo riusciti a strutturare un percorso di formazione per la cucina, che ha riscosso un forte interesse tra i partecipanti. Ho visto piatti e preparazioni davvero all’avanguardia. Ringrazio Angelo Moretti, Presidente del Consorzio Sale della Terra, per questa opportunità, e lo Chef Pasquale Basile per l’entusiasmo che ha saputo diffondere durante le lezioni».

«Abbiamo ideato la possibilità di avvicinare due concetti diversi del Welcome di Sale della Terra: il Welcome delle persone che arrivano nei piccoli paesi dell’entroterra, e che tramite i progetti di accoglienza riescono ad avere possibilità d’inclusione e integrazione, con il concetto di Welcome Social Food, quindi avvicinare queste persone al mondo della cucina e della gastronomia, attraverso un corso di formazione su diversi tipi di cucina, italiana e internazionale, che rappresenti un’occasione non solo d’inclusione ma anche di formazione professionale. Questo è un corso di base – conclude lo Chef Basile – che trasmette le competenze necessarie per avviare un’esperienza lavorativa in cucina».

Nelle interviste ai partecipanti durante il momento di consegna di attestati, grande emozione e piena soddisfazione per aver concluso un percorso che ha saputo coinvolgerli dal primo momento.